NBV Verona

L’API Pallavolo Verona affonda le sue radici nella fusione, avvenuta nel 2001, tra le due più importanti realtà pallavolistiche veronesi di allora: l’API Volley Isola della Scala e la Pallavolo Verona.

Nel 2002/03, complice il fallimento di Parma, la squadra approda per la prima volta in Serie A1, dove rimane per tre stagioni consecutive. La retrocessione in serie A2, nel 2006, si accompagna al cambiamento della denominazione in BluVolley Verona. Nel campionato di quell’anno, la squadra compie un record destinato a rimanere a lungo ineguagliato: vince tutte e 30 le partite della regular season di A2 e tutte le gare di Coppa Italia di Serie A2. Nel 2008 viene ripescata in serie A1, e da allora vi rimane, anche se, a partire dalla stagione 2014-15, viene definita Superlega.

A partire dalla stagione 2019/20 la società gialloblu apre ad un nuovo progetto di transizione e sviluppo, che coinvolge anche il settore giovanile, con l’arrivo di Radostin Stoytchev alla guida della squadra, che è oggi un perfetto mix di esperienza e di innesti promettenti.

Nel 2020 la società cambia nuovamente denominazione in NBV Verona.

I campioni di domani

Attualmente il settore giovanile NBV Verona è composto da:

  • 1 Squadra che partecipa al Campionato Regionale di Serie C
  • 1 Squadra che partecipa al Campionato Regionale di Serie D
  • 7 Squadre maschili che partecipano ai Campionati Provinciali: 1 Seconda Divisione, 1 Under 19, 2 Under 17, 2 Under 15, 1 Under 13
  • Da quest’anno 1 Squadra femminile che partecipa ai Campionati Provinciali Under 13
  • Mini Volley e avviamento che partecipano ai concentramenti organizzati dalla FIPAV Verona

Il Sostegno di DAO

Oltre ad aver fatto innamorare la città di Giulietta della pallavolo, NBV Verona promuove numerose iniziative volte a diffondere valori e sensibilizzare su tematiche importanti, come quella sociale o quella della sostenibilità, incentivando una gestione ecologica e razionale delle attività e manifestazioni sportive per la tutela dell’ambiente.

Un’attenzione particolare è riservata alle giovani generazioni, che sono le interlocutrici privilegiate dei progetti culturali di NBV Verona con le scuole, come quello in associazione con Fidas, per incentivare i ragazzi alla donazione di sangue, nonché le destinatarie dei Camp estivi, come quello residenziale a Bressanone, aperto a tutti i ragazzi e ragazze del Nord Italia in età scolare, e il City Camp multisport presso lo Sporting Club di Verona.

Già al suo fianco nella scorsa stagione, DAO ha deciso di rinnovare il sostegno a NBV Verona per continuare ad appoggiare questi progetti e aiutare a porre le basi per un’idea ancora più ambiziosa, ma dai solidi presupposti.

Si tratta di puntare a varcare i confini del campo di pallavolo, coinvolgendo su più livelli appassionati e sostenitori, per “fare rete” e portare valore aggiunto alla propria città, Verona, e al proprio territorio, convinti che la creazione di una sinergia tra gli ambiti sportivo, culturale, commerciale e solidale, possa giovare all’intera comunità ed essere fonte di arricchimento e crescita per ogni elemento che la componga.

Condividi: