UCI MTB World Championships Val di Sole

Dopo l’edizione di Leogang 2020, sarà la Val di Sole a raccogliere il testimone e ad ospitare i Campionati del Mondo di Mountain Bike 2021, dal 25 al 29 agosto 2021. Per la Val di Sole si tratta della terza edizione dei Mondiali in qualità di organizzatori, dopo quelle del 2008 e del 2016.

Quella trentina è una rassegna iridata che ambisce a trovare un posto nella storia della Mountain Bike. Per la prima volta nella storia dei Campionati del Mondo di Mountain Bike saranno 6 le discipline che assegneranno medaglie con l’inserimento dello Short Track nel programma iridato.

In Trentino si assegneranno anche le maglie iridate di Cross Country, e-MTB, Team Relay, Four-Cross e Downhill, quest’ultima certamente la prova più attesa dai solandri, nell’inconfondibile teatro della Black Snake, una delle piste più impegnative e temute del panorama mondiale.

Nel Cross Country, la disciplina Olimpica della MTB, la Val di Sole è considerata il feudo di Nino Schurter, dominatore in cinque delle ultime sette edizioni di Coppa del Mondo, ma anche l’Italia sarà attesa protagonista con Gerhard Kerschbaumer e Luca Braidot nella prova maschile e la vicecampionessa del mondo in carica Eva Lechner fra le donne.

Per maggiori informazioni: www.valdisolebikeland.com

Il sostegno di DAO

I campionati del Mondo di MTB non rappresentano solo un momento di divertimento e adrenalina, ma un percorso in cui passione, impegno e coraggio portano i ragazzi verso traguardi da condividere.

Consci dell’importanza di questo evento, che al di là della pura e sana competizione è uno straordinario veicolo di aggregazione e di rilancio per il territorio e per le comunità solandre, abbiamo voluto sostenere la manifestazione con un contributo economico e in merce rivolto in particolare ai volontari coinvolti nell’organizzazione.

È alla loro buona volontà, alla loro passione e al tempo che mettono a disposizione della comunità, che dobbiamo la buona riuscita di eventi sportivi (e culturali) così importanti per la dimensione sociale del nostro territorio, e ci sembra doveroso ringraziarli in qualche modo.

Condividi: