I nostri 60 anni con stakeholder e istituzioni


Il futuro appartiene a coloro che si preparano per esso oggi.

Il 2022 sigla i nostri 60 anni di attività.

In due occasioni abbiamo preso del tempo per ricordare il passato, riflettere sul presente e progettare il futuro.

Il 5 settembre è stato come guardarci allo specchio, durante l’evento insieme alla nostra base sociale e a tutti i nostri collaboratori.

Il 22 novembre, invece, abbiamo chiesto ai nostri partner quotidiani di raccontare cosa ci lega, come ci vedono e come possiamo proiettarci nel futuro insieme. E abbiamo coinvolto le istituzioni locali, per aprire una prospettiva più ampia sul territorio che ci circonda.

Questo secondo evento ha visto protagonisti due fattori chiave per la crescita di un ecosistema complesso: la condivisione e il dialogo.

Insieme a noi c’erano le realtà produttive, commerciali, sportive e culturali con cui ci rapportiamo ogni giorno, e i rappresentanti istituzionali del nostro territorio.

Abbiamo coinvolto le persone e le figure che ci aiutassero ad accrescere la sinergia e lo spirito cooperativo anche nelle sfide dei contesti e mercati attuali.

Abbiamo introdotto lo scenario che evolve intorno a noi: cosa ci dicono i mercati, quali sono le continue sfide per la GDO, come stanno reagendo i distributori e quali sono i nuovi bisogni dei consumatori. Ci siamo affacciati a nuovi trend e tecnologie che sembrano distanti, ma che in realtà si fanno strada velocemente: tra second hand, voice commerce, direct-to-consumer, consegne con i droni, come si comprerà domani?

E in tutto ciò, cosa può fare un’impresa cooperativa come DAO insieme ai propri partner, per dare più valore ai prodotti locali e al territorio?

La relazione con i partner quotidiani

Tanti ospiti di aziende locali e nazionali hanno dato disponibilità a intervenire sul palco, con Alessandro Penasa, direttore generale DAO, e Nicola Webber, direttore operativo.

Tra i nostri partner quotidiani, con Riccardo Felicetti (AD di Pastificio Felicetti e Presidente dei Pastai Italiani), Loris Eccheli (Area manager di Gruppo Lunelli – Cantine Ferrari), Fabio Zanesco (Responsabile varietà protette di VI.P), Lorenzo Giacomelli (Direttore commerciale di Sant’Orsola) e Federico Barbi (Direttore commerciale di Concast Trentingrana) abbiamo parlato di produzione, di filiera locale e di ricambio generazionale nell’imprenditoria di oggi. Sul palco anche Giulia Zanotelli, assessore all’agricoltura, foreste, caccia e pesca.

Sostenibilità e dintorni

Seguendo il fil rouge delle relazioni e del territorio, abbiamo voluto approfondire il tema della biodiversità e della sostenibilità in tutte le sue forme. Non solo nelle produzioni, quindi, ma anche nelle soluzioni tecniche per rendere gli edifici più efficienti e a misura di ambiente. Su questo abbiamo dialogato con Andrea Fedrizzi (Responsabile marketing di Melinda), Sebastiano Miori (Direttore di Azienda Agricola Zanetti), Massimo Fia (Direttore generale di Agraria Riva del Garda), Mirko Pellegrini di (Amministratore unico di MAK Costruzioni) e Mauro Giacca (Amministratore unico di Giacca Costruzioni Elettriche).

Sport e cultura, giovani e territorio

Sempre di relazione abbiamo discusso con le associazioni sportive e culturali. Volevamo capire come può un attore della GDO come DAO supportare la loro attività, coinvolgere le generazioni più giovani, portare il nostro territorio in contesti più ampi. Ci hanno risposto Cristian Sala (Responsabile marketing di Trento Film Festival e Presidente del comitato organizzatore del Torneo Internazionale Città della Pace – Rovereto), Corrado Di Taranto (Direttore generale di A.C Trento), Andrea Nardelli (Direttore generale di Aquila Basket), Tiziano Mellarini (Presidente FISI Trentino), Paolo Alverà (Fondatore e responsabile della Scuola nazionale Oltrefersina).

Insieme, per trovare la giusta energia

Abbiamo centrato questi temi nel contesto del nostro ecosistema locale.

Per questo abbiamo invitato a intervenire anche le istituzioni: l’assessore con delega a vicepresidente PAT Mario Tonina, il sindaco di Trento Franco Ianeselli, il vicesindaco Roberto Stanchina, il presidente della Cooperazione Trentina Roberto Simoni e il presidente di DAO Ezio Gobbi, hanno parlato di come la rete delle istituzioni possa favorire il dialogo con le realtà che compongono cooperative, comune, provincia, per una sinergia proficua e costante.

Infine, abbiamo riservato uno spazio per parlare di energia.

Sul palco, Alessandro Ceschi (Direttore generale della Cooperazione Trentina), Marco Merler (AD di Dolomiti Energia), Diego Cattoni (AD di Autostrada del Brennero) e Luca Oliver (Presidente di ACLI Trentine) hanno discusso di cosa possiamo aspettarci dall’evoluzione dello scenario sociale ed economico attuali.

Un evento strutturato, insomma, con il quale abbiamo voluto indagare la complessità del contesto e degli scenari, senza allarmismi, da una prospettiva interna che si allargasse per ascoltare più voci.

Ci impegneremo a ricreare altri momenti di condivisione e dialogo, perché crediamo siano i fattori chiave per crescere insieme

Condividi: