Tortino salato con mele, speck e Asiago

10 minuti 4 persone Facile

Chef Massimo Spallino

Tortino salato con mele, speck e Asiago. La ricetta è di Massimo Spallino, chef veneto che ti insegna ad abbinare dolce, salato e affumicato per una preparazione che non ti fa stare ai fornelli, ma ti permette di creare un piatto buono e particolare, che mette tutti d’accordo. Così, impari a cucinare un antipasto semplice da fare, adatto a grandi e piccini, che puoi preparare anche poco prima di cena, senza problemi: dieci minuti in forno e via! Pronto da servire.

Il prodotto protagonista di questa ricetta è lo Speck dell’Alto Adige Igp. Al Consorzio dello Speck si dice che “lo speck appartiene all’Alto Adige esattamente come le montagne, le mele e il vino”. E, infatti, in questo tortino si sente tutta la tipicità dei prodotti regionali, si sentono l’altopiano e le montagne, si sentono le passeggiate e i picnic, i sapori prelibati e caratteristici di una terra che prende vita ad alta quota.

Lo sapevi che..

1. Speck è una parola che deriva dal tedesco spec (o spek), che significa “spesso, massiccio”” e, infatti, le fette di questo prosciutto vengono sempre tagliate belle spesse, proprio come si fa con la spalla toscana e non sottili come si affetta invece il Crudo di Parma.

2. L’abbinamento con l’Asiago è perfetto con lo speck, perché il sapore salato caratteristico del prosciutto va smorzato con un formaggio più dolce.

3. Lo speck è un prosciutto crudo. Acquista il suo caratteristico sapore dopo una leggera affumicatura e la stagionatura all’aria aperta delle montagne. Il sole e l’aria pura lo rendono speciale.

Dolce, salato e affumicato insieme creano un bellissimo contrasto di sapori, per un piatto fantastico che porta in tavola l’aria di montagna, quella delle Alpi del Trentino, dalla roccia scura e le punte aguzze, bianche d’Inverno e verdi d’Estate, col sole che raggiunge le vette e sparisce dietro di loro. Dove va? In Cina, probabilmente. Noi, invece, ce ne andiamo in cu-cina, a preparare il tortino, tanto bastano dieci minuti.

Il tocco dello chef? Impiattare in modi diversi e creativi! Puoi fare un classico tortino, oppure creare un fagottino chiuso. Versioni sfiziose della stessa ricetta. Dipende sempre da quel che preferisci. Lo chef, a casa tua, sei tu. E per la guarnizione per il piatto, lo chef usa i fiori di finocchio, provenienti dalle stesse terre dello speck. Tra vicini di casa non ci si amerà sempre, ma quando si tratta di cibo si può star certi che l’abbinamento funziona!


Ingredienti:

Ingredienti per quattro persone

  • 8 fette di speck dell’Alto Adige Igp Sapori & Dintorni Conand
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 100g di formaggio Asiago Dop Sapori & Dintorni Conad
  • 1 mela

Preprazione:

  • Per preparare il tortino, inizia prendendo la pasta sfoglia e stendendola su un tagliere. Poi, prendi degli stampini e taglia la pasta sfoglia delle dimensioni adatta alla loro forma. Imburra leggermente gli stampini e disponi il tortino al loro interno. Per imburrarli puoi usare le mani, ma anche una forchetta o del burro fatta prima di sciogliere a fuoco basso in un pentolino.
  • Ora che hai il tuo contenitore, puoi iniziare a farcirlo con gli ingredienti. Alla base del tortino, disponi lo speck tagliato a fette. Per questa ricetta è meglio chiedere di tagliare le fette di speck in modo che siano molto sottili, così sarà più buono e delicato e anche più facile da mangiare!
  • Dopodichè, lava bene la mela, privala del tuorlo e, se vuoi, anche della buccia. Tagliala a dischetti molto sottili, di circa due o tre millimetri. Addirittura, se vuoi delle fette perfette e tutte uguali tra loro, puoi orare una affettatrice. Disponi anche le fettine di mela all’interno del tortino, proprio sopra allo speck.
  • A questo punto, prendi l’Asiago. Tagliane una fetta e privalo della buccia. Anche in questo caso, cerca di ricavare delle fettine sottili. Sarebbe perfetto se riuscissi a tagliarle dello stesso spessore della mela, così gli ingredienti sono tagliati tutti nello stesso modo e c’è omogeneità. Aggiungi anche l’Asiago al tortino, insieme allo speck e alle mele.
  • Ora non ti resta che cuocere il tuo tortino. Riscalda il forno a 180°C e, quando avrà raggiunto la temperature, metti il tortino a cuocere e lascialo in forno per una decina di minuti.
  • Per sapere se il tortino è pronto, ti basta aprire il forno e osservare la crosticina. Deve essere bella dorata e si deve staccare facilmente dallo stampino. Una volta cotto, non ti resta che sfornarlo, guarnirlo con una fettina di speck e il piatto è pronto!

Condividi: